mercoledì 7 settembre 2016

+++LA STORIA NON SI CANCELLA+++
Striscione di protesta di CasaPound Italia all' esterno del palazzo ANMIG contro la rimozione, tramite martelli pneumatici, dell' iscrizione sull' entrata frontale della struttura.
Ancora una volta il Comune di Napoli, come per la targa della Dichiarazione dell' Impero in piazza San Giorgio a Pianura, si muove senza alcuna autorizzazione della soprintendenza ai Beni Culturali, che ha ovviamente bloccato i lavori non avendo disposto alcun tipo di modifica alla "Casa del mutilato".

Chissà se adesso partirà un procedimento per chi ha autorizzato questo scempio in pieno stile "Stato Islamico".



Nessun commento:

Posta un commento