mercoledì 13 aprile 2016

Ottaviano (NA), città senz'acqua da una settimana: la protesta di Cpi



Ottaviano, 13 aprile - Bottiglie di plastica vuote e uno striscione che recita ''AUMENTANO I DISAGI AUMENTANO I PREZZI, GORI VERGOGNA!'': così protestano i militanti di CasaPound Italia presso la piazza centrale del paese alle falde del Vesuvio.

Da giorni ormai la società ha interrotto il servizio idrico senza un plausibile motivo e soprattutto liquidando le sollecitazioni riguardanti il riallaccio dell'acqua con continui rinvii della data dello stesso; ad aggravare la situazione il fatto che nei mesi precedenti si siano ripetute molto spesso situazioni di disagio di questo genere, con improvvise interruzioni del servizio e, paradossalmente, un aumento del prezzo delle bollette.

I cittadini stanchi si sfogano in piazza o sui social, ma a dargli voce c'è solo CasaPound: "Troviamo inaccettabile che ci siano famiglie con bambini, anziani e disabili, a cui non venga garantita la disponibilità di acqua - afferma CasaPound in una nota - nonostante le bollette continuino ad aumentare, in un periodo di crisi senza precedenti come questo, e per un servizio idrico insoddisfacente, considerando anche le numerose inadempienze contrattuali dell'azienda''.


Nessun commento:

Posta un commento