mercoledì 4 novembre 2015

Presente



Il 4 novembre 1947 a Milano la Volante Rossa uccide Ferruccio Gatti. Gatti era il responsabile milanese dell'Msi e dei Far (Fasci di Azione Rivoluzionaria); era stato un generale della Repubblica ed  il capo degli squadristi milanesi nel 1921.
La sera del 4 novembre Gatti si trova nel suo appartamento, a Milano, in viale Gian Galeazzo 20. Due persone, che dicono di essere di una formazione armata intenzionata a prendere  contatto con i Far, hanno preso appuntamento con lui e Gatti li sta aspettando.
Sotto al suo appartamento arrivano sei uomini, in bicicletta. Due salgono nell'appartamento, gli altri quattro rimangono sotto, davanti al portone. La cameriera li introduce nella sala da pranzo, dove si trovano Gatti e la mIl 4 novembre 1947 a Milano la Volante Rossa uccide Ferruccio Gatti. Gatti era il responsabile milanese dell'Msi e dei Far (Fasci di Azione Rivoluzionaria); era stato un generale della Repubblica ed  il capo degli squadristi milanesi nel 1921.
La sera del 4 novembre Gatti si trova nel suo appartamento, a Milano, in viale Gian Galeazzo 20. Due persone, che dicono di essere di una formazione armata intenzionata a prendere  contatto con i Far, hanno preso appuntamento con lui e Gatti li sta aspettando.
Sotto al suo appartamento arrivano sei uomini, in bicicletta. Due salgono nell'appartamento, gli altri quattro rimangono sotto, davanti al portone. La cameriera li introduce nella sala da pranzo, dove si trovano Gatti e la moglie. I due aprono il fuoco sul dirigente neofascista. Poi escono e vanno via insieme ai quattro compagni, mentre la moglie cerca invano di seguirli.
Ferruccio Gatti morirà nove giorni dopo, per le ferite riportateoglie. I due aprono il fuoco sul dirigente neofascista. Poi escono e vanno via insieme ai quattro compagni, mentre la moglie cerca invano di seguirli.

Nessun commento:

Posta un commento