giovedì 26 marzo 2015

Ex OPG Occupato “Je So Pazz: il sindaco De Magistris in difesa delle occupazioni a senso unico.

Napoli, 24 marzo 2015: “Je so’ pazzo”: questo è il nome dell’occupazione dell’ex Opg di Sant’Eframo, nel quartiere Materdei nel centro di Napoli occupato il 2 marzo da un collettivo universitario,  con la solita, ipocrita e quanto mai falsa intenzione di “ restituirlo al quartiere e alla città”.

Lo stabile in questione non è di proprietà del Comune di Napoli, bensì della Polizia Penitenziaria.
Nonostante sia già stata approvata una delibera della magistratura per lo sgombero imminente dello stabile stesso, a difesa degli esponenti dei collettivi e dei centri sociali che lo occupano, è sceso in campo il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che, prima attraverso una nota ufficiale del Comune, e poi con una visita alla struttura in occasione,  ha riconosciuto senza mezzi termini la legittimità politica e sociale dell’occupazione, sottolineando il suo pieno appoggio agli occupanti, mascherando il tutto dietro la vecchia storia della funzione sociale e delle politiche del diritto all’abitare, e dichiarando addirittura che il Comune di Napoli acquisirà l’intero stabile, col fine di evitare l'occupazione.

Ci chiediamo come sia possibile per un sindaco appoggiare l’ennesima occupazione abusiva, ignorando le decisioni della magistratura napoletana, ritenendo più opportuno forse, accontentare gli appartenenti ai centri sociali e alla sinistra, che costituiscono una fetta importante del suo elettorato. E c’è altresì da ragionare su quanto di reazionario ci sia in questo comportamento dei collettivi napoletani, che prima  si dichiarano sempre pronti a combattere le istituzioni, e poi chiedono l’aiuto al sindaco De Magistris quando si respira aria di sgombero e di sconfitta.

Ufficio Stampa CasaPound Napoli
mail   casapoundnapoli@yahoo.it


Nessun commento:

Posta un commento