lunedì 29 aprile 2013

Napoli: CasaPound, “De Magistris discrimina gli assegnatari delle case popolari, Mutuo sociale unica soluzione”


Napoli, 29 aprile –  “Apprendiamo con profondo sgomento la decisione del Comune di Napoli di discriminare gli assegnatari storici delle case 
popolari”. Così Simone Silvestri, portavoce di CasaPound Italia Napoli, commenta la decisione della giunta De Magistris di destinare 7,2 milioni di euro alla costruzione di 75 unità abitative per i nomadi stanziati da tempo nel territorio dell'ottava municipalità, in zona Cupa Perillo a Scampia.

“Questa, al di là della retorica della rottura che è una mera facciata elettorale – continua Silvestri – è la conferma dell’assoluta continuità tra la giunta precedente e l’attuale. Soprattutto, però, è la conferma dell’assoluta inadeguatezza della giunta De Magistris che, in nome di un’idea ipocrita di tolleranza e integrazione, finirà per beneficiare una minima percentuale di una comunità che negli ultimi anni si è distinta per le pesanti connivenze con la criminalità nell’ambito della partita dello smaltimento dei rifiuti, attraverso i roghi quotidiani che hanno appestato l'aria di Scampia”.

“Una giunta che pensa davvero ai propri cittadini avrebbe predisposto la delocalizzazione di questa comunità.La giunta De Magistris, invece – commenta l’esponente di CasaPound Italia - adotta un provvedimento che è un chiaro invito per altri nomadi ad accorrere nel territorio di Napoli, tendenza che si è già manifestata con i tentativi di creare baraccopoli su terreni dell'ASIA a Secondigliano”.

“Cpi Napoli – prosegue Silvestri - si schiera dalla parte dei cittadini napoletani e continuerà a contestare le scellerate politiche immobiliari di questa giunta, che prima è stata protagonista di un nebuloso accordo con lo speculatore Alfredo Romeo e adesso finisce per giostrare una grande speculazione del degrado. Non dimentichiamo – conclude l’esponente di Cpi - che CasaPound Italia nasce proprio come risposta dal basso all'emergenza abitativa e riteniamo che la nostra proposta del Mutuo Sociale sia l'unico rimedio possibile a questa situazione a dir poco vergognosa”.

Info:
uff. Stampa CPI Napoli 393 1732439
http://www.mutuosociale.org/




Nessun commento:

Posta un commento