sabato 29 ottobre 2011

Son le voci dei caduti che ci indicano la via





Il sedicenne martire fascista fù abbattutto a colpi di fucile all'uscita della sezione Msi del Prenestino. Perché, si sa, “i covi fascisti” andavano “chiusi con il fuoco” e “uccidere un fascista non era e non è reato”. E l'omicidio di Mario Zicchieri, come tanti altri, è rimasto infatti impunito.


i camerati non dimenticano: Mario PRESENTE

Nessun commento:

Posta un commento